Curare le emorroidi: il prolasso rettale (rettopessia)

Le emorroidi sintomatiche si caratterizzano per diversi stadi di prolasso rettale: ai primi gradi del prolasso il tessuto spugnoso dei cuscinetti emorroidari rimane all’interno dell’ano allora in questo caso si parla di prolasso interno o intussuscezione; in presenza invece di protrusione della mucosa rettale allora il tessuto si riversa fuori dall’ano invadendo la parte esterna dell’orifizio si viene a verificare così il prolasso esterno.

Tra i diversi trattamenti indicati per trattamento delle emorroidi e del prolasso rettale viene indicata anche la rettopessia che consiste nella saturazione del retto al sacro attraverso la regione addominale, attraverso questa procedura si scongiurano i casi di recidiva. Invece in caso di prolasso più grave il medico può consigliare al paziente di sottoporsi ad un intervento chirurgico, in tal caso si tratta di un’operazione che ha lo scopo di risolvere il problema rettale in maniera definitiva. In genere la scelta dell’intervento deve essere presa sulla base dello stesso quadro clinico del paziente, non bisogna poi sottovalutare le condizioni fisiche del soggetto.

La rettopessia si esegue in anestesia generale e non ha una natura troppo invasiva, dal momento che non richiede l’esecuzione di incisioni, in quanto la mucosa rettale prolassata può essere rimossa adoperando una suturatrice: attraverso la sutura si recide il tessuto fuoriuscito dal canale anale e sulla parete del retto si evidenzieranno i punti di sutura.

L’intervento prevede diverse modalità di esecuzione, può essere realizzata una sola linea di sutura rispettivamente con la tecnica STARR anteriore che interessa la parete anteriore, mentre se si interviene nella zona posteriore del retto si esegue invece la tecnica STARR posteriore. Dopo l’operazione il paziente andrà incontro ad un post operatorio non particolarmente doloroso, talvolta i soggetti possono lamentare una sensazione di dolore ed altri sintomi fastidiosi, ma in genere il paziente ritorna in breve tempo alla sua vita normale ed alla routine di sempre.