Emorroidi: qualche accortezza e meno cattive abitudini

Abitudini alimentari sbagliate e sedentarietà possono essere la causa delle emorroidi? Certamente si, ma è altrettanto vero che modificando lo stile di vita e seguendo una specifica terapia è possibile evitare questo fastidioso e doloroso disturbo.

Soprattutto nei paesi occidentali, le emorroidi colpiscono circa il 50% della popolazione, sia uomini che donne, ma generalmente dopo i 50 anni. Ovviamente ci sono determinati fattori che portano alcuni individui ad essere più predisposti all’insorgenza rispetto ad altri, come la familiarità, l’ereditarietà e una maggiore sensibilità dell’individuo.

Alimentazione scorretta, problemi a livello della circolazione, stress, fumo, sbalzi ormonali, gravidanza… sono però tutti fattori che possono scatenare l’insorgenza delle emorroidi. I soggetti più colpiti e quindi più a rischio sono i fumatori accaniti e le donne in gravidanza.

Se le tue emorroidi sono causate principalmente dalla stitichezza sarà importante fare attenzione alla dieta che deve essere ricca di fibre vegetali per portare ad un corretto funzionamento dell’intestino. Gli alimenti che generalmente vengono consigliati sono prugne, ciliegie, barbabietole, ma comunque rientrano nella corretta alimentazione tutta la frutta di stagione e la verdura. Importante, però, non esagerare anche con le fibre: ricordati che la dieta deve essere equilibrata. Le spezie, il peperoncino, gli insaccati e la cioccolata sono gli alimenti che maggiormente portano all’infiammazione, quindi è indispensabile ridurli ed eliminarli completamente durante il periodo di presenza delle emorroidi.

Oltre al cibo è importante bere molti liquidi, soprattutto acqua, al giorno.
Corretta l’alimentazione, per cercare di impedire l’insorgenza delle emorroidi e consentire all’intestino un corretto funzionamento è importante fare dell’attività fisica: un lavoro e una vita sedentaria non aiutano l’intestino ad evacuare. Può bastare una camminata o una ginnastica dolce per migliorare la condizione di benessere.

Ma se la prevenzione non è bastata?
Per curare le emorroidi è importante in primis capirne la gravità; la cura infatti viene di conseguenza.
Se sono molto lievi sarà sufficiente regolare l’alimentazione e fare un po’ di movimento.

Se invece sono un po’ più gravi e fastidiose ci sono una serie di creme e pomate ad azione decongestionante, anestetica e disinfettante che alleviano i sintomi e riportano l’organismo ad uno stato di benessere, come ad esempio Hirudoid. Un prodotto come Hirudoid 40000 U.I. GEL va sicuramente utilizzato solo in seguito a prescrizione medica, ma è dato per scontato che se soffri di emorroidi, è bene rivolgersi al proprio medico per valutare la cura più adeguata.
L’utilizzo di un farmaco comunque deve essere accompagnato anche dal cambiamento delle abitudini quotidiane in modo da accelerare la guarigione e impedire successivamente dolorose recidive.

Se sono emorroidi di grado superiore, ad esempio, sarà necessario intervenire con metodi diversi: a volte per eliminare il problema è necessario l’intervento chirurgico, ma solo il consiglio di un esperto potrà tracciare una strada verso la guarigione piuttosto che un’altra.

Ricordati anche che, soprattutto in presenza di emorroidi, è molto importante l’igiene intima: è consigliato eseguirla con acqua tiepida e sapone, possibilmente acido, ciò porta ad una guarigione più veloce. L’acqua fredda è da evitare perché potrebbe peggiorare la situazione!

In conclusione: qualche accortezza e una maggiore attenzione verso ale cattive abitudini sono già un ottimo punto di partenza!